Networked European Democracy ready to start in Italy!

In attesa della versione italiana del sito, la descrizione del progetto in italiano segue quella inglese.

In a delicate moment for Italy and its political situation, next week we will launch the first event of Networked European Democracy, an ambitious but practical programme that aims to deliver a better connection between citizens and European policy.

We’ll bring discussion of relevant and current policy issues to the local level and our theme this year is the future of work and skills. This is also related to a key theme of the Festival dell’Economia 2018 in Trento, where international experts and practitioners were discussing “Technology and Jobs” from 31st May to the 3rd June with many interesting outcomes.

During the project we’ll be engaging with three Italian municipalities: Courmayeur (AO), Martina Franca (TA) and Settimo Torinese (TO). These three municipalities have different social and cultural background, as they are spread from the very south of the peninsula to the French boundary, and will allow us to reflect and feed back various outcomes and suggestions.

The first meeting will take place on 7th June in Settimo Torinese. We’ll discuss the future of work and skills with 60 students of “Istituto d’Istruzione Superiore Statale 8 Marzo” using a participative methodology.

This will happen thanks to the collaboration and support of a brilliant association of young people “Tavolo Giovani”, the vice headmaster of the Institute, Professoressa Givone, and the municipality.

The perception of the distance from the European institutions is real for many citizens and one idea to start reconstructing trust and legitimacy is by working to increase participatory and deliberative opportunities for citizens to be better involved in influencing, shaping and making decisions. Through testing new approaches and formats, we hope this project will demonstrate a new and different way to have conversations about European policy issues at the local level.

A networked approach is needed if the European action is to be linked into citizens’ opinions and experiences at local level, cutting away the geographical and theoretical distance between the two.

EU democracy needs to re-start where people live.

 

Interested in finding out more? Please contact francesca@demsoc.org or italia@demsoc.org

Do you want to keep in touch with us? Please subscribe to our newsletter!

 

 

Democrazia Europea Interconessa al via in Italia!

In un momento delicato per l’Italia e la sua situazione politica, la prossima settimana lanceremo il primo evento del progetto Democrazia Europea Interconnessa, un programma ambizioso e allo stesso tempo pratico, che mira a fornire una migliore connessione tra cittadini e decisori europei su un importante problema politico.

Discuteremo questioni politiche pertinenti e attuali a livello locale e il nostro tema quest’anno è il futuro del lavoro e delle competenze. Questo è anche legato al tema chiave del Festival dell’Economia 2018 a Trento, dove esperti e professionisti internazionali hanno di “Tecnologia e lavoro” dal 31 maggio al 3 giugno, offrendo numerosi spunti di riflessione.

Durante il progetto lavoreremo con tre comuni italiani: Courmayeur (AO), Martina Franca (TA) e Settimo Torinese (TO). Questi tre comuni hanno un diverso background sociale e culturale, poiché si estendono dall’estremo sud della penisola al confine francese, e ci permetteranno di riflettere e restituire molteplici risultati e proposte.

Il primo incontro si terrà il 7 giugno a Settimo Torinese. Discuteremo di questo tema con 60 studenti dell'”Istituto d’Istruzione Superiore Statale 8 Marzo” utilizzando una metodologia partecipativa. Ciò avverrà grazie alla collaborazione e al sostegno di una brillante associazione il “Tavolo Giovani”, della vice preside dell’Istituto, Professoressa Givone, e del comune.

La percezione della distanza dalle istituzioni europee è reale per molti cittadini e un’idea per iniziare a ricostruire la fiducia e la legittimità è lavorare per aumentare le opportunità partecipative e deliberative affinché i cittadini possano essere maggiormente coinvolti nell’influenzare, dare forma e prendere decisioni.

Sperimentando nuovi approcci e formati, speriamo che questo progetto possa affermare un nuovo e diverso modo di avere conversazioni su questioni politiche europee a livello locale.

Un approccio interconnesso è necessario se vogliamo che l’azione europea sia collegata alle opinioni e alle esperienze dei cittadini a livello locale, eliminando la distanza geografica e teorica tra i due.

La democrazia europea deve ripartire dove vivono le persone.

Interessato a saperne di più? Contatta francesca@demsoc.org o italia@demsoc.org

Vuoi restare in contatto con noi? Iscriviti alla nostra newsletter!

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube